Login
Statuto del Club


Art.1 – DENOMINAZIONE E SEDE

Tra un gruppo di amici, uniti dalla comune passione per l’autovettura inglese di marca MG modello ZR, si è costituito un Club, con sede in Cassina de' Pecchi (MI), Via Venezia n. 2, denominato MG ZR CLUB ITALIA, in breve nominato CLUB ZR.
La denominazione del Club ZR nasce da un’idea di Massimo Zuin, uno dei Soci Fondatori.
Il CLUB ZR potrà avere sedi di rappresentanza, amministrative e operative in tutto il territorio italiano.
Il CLUB ZR è retto dal presente Statuto.

Art.2 – DURATA

Il CLUB ZR ha durata illimitata.

Art.3 – LOGO DEL CLUB

Il Logo del CLUB ZR è costituito dal disegno ispirato all’ottagono MG il cui contorno corre sotto la scritta MG ZR Club Italia per tutta la sua lungezza. La scritta è in carattere Helvetica Neue Black con un interlinea più "schiacciata" per le lettere Z-C-L-U-I-T-A-L-I-A, mentre la R e la B sono riprodotte in senso opposto e leggermente reinterpretate. La riproduzione grafica viene allegata al presente Statuto, sotto la lettera "A", costituendone parte integrante.

Art.4 – OGGETTO SOCIALE

Il CLUB ZR è apartitico e senza fini di lucro e persegue lo scopo di promuovere, attraverso l’impiego delle autovetture dei Soci, le attività di natura turistica, organizzativa di raduni, raids, studi e ricerche nonché organizzare, attuare e partecipare alle attività e manifestazioni agonistiche e sportive, anche al fine di scoraggiare le gare clandestine e comportamenti similari che il CLUB ZR condanna energicamente.
Il CLUB ZR persegue inoltre lo scopo di rappresentare e tutelare gli interessi economici e sociali dei Soci come, ad esempio:
• Rappresentare i Soci in Sedi istituzionali pubbliche e private;
• Favorire la preparazione dei Soci in ogni forma e settore, anche coordinando ed organizzando corsi di formazione (es. Guida Sicura, ecc.), corsi di aggiornamento, tavole rotonde, seminari, a favore dei Soci ed eventualmente a favore delle Associazioni e Federazioni aderenti;
• Partecipare alla costituzione di Consorzi ed organismi consortili che abbiano finalità compatibili e funzionali al raggiungimento degli scopi sopra descritti;
• Stipulare convenzioni operative con aziende ed entità locali al fine esclusivo di migliorare le opportunità dei Soci.
• Potrà aderire ad altre Associazioni e/o Confederazioni nazionali di categoria o collegarsi alle stesse ed in eguale maniera potranno aderire o collegarsi al CLUB ZR, Associazioni o Club di rilevanza nazionale, regionale o provinciale, previa delibera del Consiglio Direttivo e purché gli stessi abbiano finalità simile al CLUB ZR. Tali Associazioni non avranno diritto di voto e di Assemblea;
• Potrà creare siti Internet ed essere editrice di giornali, riviste e libri al fine di aggiornare e potenziare l’informazione ai Soci;
• Potrà tutelare ed assistere Soci sia attraverso “Patronati”, ad hoc costituiti, sia mediante convenzioni con altri Patronati.
• Tutto ciò in armonia con le linee programmatiche di sviluppo del CLUB ZR.

Art.5 – SOCI

L’ingresso nel CLUB ZR, per la qualifica di Socio Ordinario, è aperto a qualunque persona fisica, indipendentemente dalle proprie condizioni sociali e convinzioni politiche e religiose, a condizione che abbia conseguito la maggiore età, che sia possessore e/o proprietario di un autovettura MG che goda dei diritti politici e che non incorra nei motivi di interdizione ex art. 124 Legge 24.11.1989 n° 689.
I Soci Sostenitori potranno essere persone fisiche, persone Giuridiche o Enti, anche se non in possesso di un'autovettura MG.

La compagine sociale si qualifica in:

SOCI ORDINARI

. Socio Fondatore. Qualifica riconosciuta a coloro i quali hanno fondato il CLUB ZR.
. Socio Pilota Onorario. Qualifica riconosciuta ai Soci Piloti che, avendo conseguito meriti speciali, vengono nominati dal Consiglio Direttivo con delibera motivata.
· Socio Pilota MG ZR. Qualifica riconosciuta ai possessori e/o proprietari dell’autovettura MG ZR;
· Socio Pilota MG. Qualifica riconosciuta ai possessori e/o proprietari delle altre autovetture di marca MG;
· Socio Pilota EX MG ZR. Qualifica riconosciuta a tutti gli ex possessori di MG ZR, già iscritti al CLUB ZR, che continuano a partecipare attivamente alla vita del Club.
. Socio Pilota EX MG. Qualifica riconosciuta a tutti gli ex possessori di MG, già iscritti al CLUB ZR, che continuano a partecipare attivamente alla vita del Club.

SOCI SOSTENITORI

• Socio Sponsorizzatore. Qualifica riconosciuta alle persone fisiche o giuridiche (enti o società commerciali) che sottoscrivono una quota sociale di entità stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo. Non hanno diritto di voto e non possono far parte del Consiglio Direttivo del CLUB ZR.
• Socio Benemerito. Il Consiglio Direttivo potrà chiamare ad aderire all’Associazione, in qualità di soci Benemeriti, quelle persone fisiche o giuridiche che, per la loro attività e collocazione sociale, amministrativa o politica, operano per la crescita del CLUB ZR e conferiscono maggiora lustro al CLUB ZR medesimo, agevolando così il conseguimento delle proprie finalità istituzionali. Essi non sono tenuti a corrispondere alcun contributo e non hanno diritto di voto e non possono far parte del Consiglio Direttivo del CLUB ZR.

Art.6 – QUOTE ASSOCIATIVE

L’adesione al Club comporta il pagamento della quota sociale annuale, il cui importo potrà essere differenziato e comunque determinato con apposita delibera del Consiglio Direttivo.
Tali quote potranno essere incassate e/o stornate tramite accordi con strutture Associative collegate e/o aderenti.
Eventuali contributi non deliberati sono da intendersi esclusivamente volontari e possono essere ripetitivi nell’anno, allo scopo di sostenere l’attività del CLUB ZR.

Art.7 – AMMISSIONE SOCI

Possono far parte del “MG ZR CLUB ITALIA”, in qualità di Soci, tutte le persone fisiche che propongono al Consiglio Direttivo domanda di adesione. Dovranno accettare le disposizioni Statutarie ed i Regolamenti Sociali e Federali e dovranno versare la quota sociale annuale. Possono inoltre assumere la qualità di Socio Sponsorizzatore tutte le imprese che propongano al Consiglio Direttivo, motivata domanda di adesione e che sottoscrivano l’impegno al rispetto dello Statuto e dei Regolamenti.
I Soci Fondatori e i Soci Piloti (Onorari - MG ZR - MG - EX MG ZR - EX MG) hanno il diritto di partecipare alle assemblee sociali con facoltà di esercizio di voto nonché di frequentare la sede sociale, prendendo parte alle attività sociali indette dal Consiglio Direttivo secondo le modalità stabilite dal regolamento.
L’elettorato passivo può essere esercitato dai medesimi Soci, dopo due anni compiuti di iscrizione ininterrotta al CLUB ZR, fatta eccezione per i Soci Piloti MG ed EX MG, che non potranno concorrere a cariche elettive del CLUB e per i Soci Ex MG ZR che potranno concorrere a tutte le cariche ad esclusione della carica di Presidente e di Vicepresidente.

Art.8 – OBBLIGHI DEI SOCI

L’adesione al CLUB ZR si manifesta, oltre che con la sottoscrizione della domanda, anche mediante il versamento della quota associativa nei tempi e nei modi che saranno definiti dal Consiglio Direttivo che dovrà deliberarne l’adesione.
L’adesione obbliga il Socio all’osservanza dei Regolamenti e delle norme previste dal presente Statuto e delle deliberazioni degli Organi Statutari ed è vincolante fino alla scadenza.
L’adesione si dovrà intendere disdetta a tutti gli effetti, quando il Socio aderente, di propria iniziativa e previa delibera degli organi statutari, dia comunicazione scritta entro il 30 settembre dell’anno in corso.
Nell’attuazione dell’attività sociale i Soci Piloti debbono essere in regola con le norme di diritto della circolazione stradale e sono responsabili del comportamento del loro equipaggio.

Art.9 – SCIOGLIMENTO DEL RAPPORTO ASSOCIATIVO

Il vincolo associativo può cessare per volontà espressa ed insindacabile di entrambe le parti, esclusivamente dietro motivazione scritta. Nel caso in cui un Socio faccia parte del Consiglio Direttivo del Club e, per qualunque motivo, venga meno il rapporto associativo, decadrà dalla carica.
La qualifica di Socio si perde:
a) Per mancata riassociazione;
b) Per delibera motivata del Consiglio direttivo;
c) Per esclusione a seguito di gravi motivi quali indegnità, condotta immorale o illecito sportivo.
Il mancato versamento della quota sociale entro i termini stabiliti dal Regolamento, comporta la decadenza dalla qualità di Socio e la perdita di anzianità maturata.
La qualifica di Socio Pilota Onorario si estingue con la cessazione del Consiglio Direttivo che lo ha nominato.
Il Socio che per qualsiasi motivo cessa di far parte del CLUB ZR, perde ogni diritto inerente alla qualità di Socio e restituisce la tessera.
Contro i provvedimenti di esclusione i Soci possono presentare ricorso al Collegio dei Probiviri.
Il socio escluso potrà essere riabilitato trascorsi due anni dalla notifica del provvedimento, presentando apposita domanda al Consiglio Direttivo.

Art.10 – PATRIMONIO

Il patrimonio sociale è costituito da:
a) Quote sociali deliberate e/o volontarie, canoni suppletivi e/o straordinari;
b) Beni mobili, immobili e valori che per acquisti, lasciti, donazioni divengano proprietà del CLUB ZR;
c) Speciali riserve o accantonamenti di somme;
d) Ogni altro accantonamento costituito a copertura di particolari rischi o in previsione di oneri futuri;
e) Contributi di Enti Pubblici e/o Privati che, a qualsiasi titolo, pervengano al CLUB ZR nonché le eventuali eccedenze attive della gestione precedente.

Art.11 – ESERCIZIO SOCIALE

L’esercizio sociale decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
Alla fine di ogni esercizio sociale il Consiglio Direttivo provvede alla redazione del rendiconto da redigere con criteri di oculata prudenza.
Gli avanzi netti di gestione risultanti dal rendiconto saranno così destinati:
• Una quota non inferiore al 10% dovrà essere accantonata al fondo di riserva ordinaria;
• Eventuali ulteriori quote potranno essere destinate a riserva straordinaria e ai fondi di accantonamento, previa delibera assembleare;
• La restante parte di avanzo netto di gestione incrementerà il patrimonio sociale.
Sussiste comunque il divieto di distribuzione di utili, di fondi e di riserve di capitale ai sensi e per gli effetti del Decreto Legislativo n° 460.

Art.12 – ORGANI SOCIALI

Gli Organi e gli Organismi sociali del CLUB ZR si suddividono in deliberativo/gestionale, tecnici e di giustizia.
Sono Organi deliberativo Gestionali:
• L’Assemblea generale dei Soci Ordinari;
• Il Consiglio Direttivo;
• Il Presidente;
• Il Vicepresidente;
• Il Webmaster:
• Il Segretario Generale;
• Il Tesoriere.
E’ Organo Tecnico:
• Il Collegio dei Revisori.
E’ Organo di Giustizia:
• Il Collegio dei Probiviri.
Sono Organismi:
• I Moderatori del Forum;
• I Coordinatori (Regionali, Provinciali o Zonali);
• Le Commissioni tecnico/funzionali;
• I Gruppi di Studio.

Alle cariche direttive non possono accedere i rivenditori di autovetture MG-Rover o chiunque abbia un eventuale interesse commerciale attinente al settore auto.

Art.13 – ASSEMBLEA DEI SOCI ORDINARI ADERENTI

L’Assemblea dei Soci Ordinari del Club è il massimo Organo rappresentativo, delibera su tutte le materie di carattere generale e particolare che vengano sottoposte dagli Organi Sociali.
L’Assemblea dei Soci Ordinari del Club, regolarmente costituita, rappresenta l’universalità dei Soci.
L’Assemblea ha il potere di deliberare:
a) Sugli indirizzi e sulle direttive generali dell’attività sociale;
b) Sulle modifiche Statutarie;
c) Sulla nomina degli Organi Sociali;
d) Su tutti gli argomenti ed i rapporti del CLUB ZR legittimamente sottoposti al suo esame;
e) Sullo scioglimento del CLUB ZR.
L’assemblea dei Soci, sia ordinaria che straordinaria, è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo del CLUB ZR mediante avviso (Posta – fax – e-mail). La convocazione deve contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dell’adunanza nonché l’elencazione dell’ordine del giorno. La convocazione dovrà pervenire al Socio almeno 15 giorni prima della data dell’assemblea. In Assemblea hanno diritto di voto i Soci Ordinari del Club che risultano iscritti nel Libro Soci da almeno 3 mesi e che siano in regola con il versamento delle quote sociali annuali.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo del CLUB ZR che sarà assistito dal Segretario Generale.


Art.14 – ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

L’Assemblea dei Soci è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in mancanza dal Vicepresidente.
Spetta al Presidente dell’Assemblea constatare la regolarità delle deleghe (non più di una per ciascun socio) ed in genere il diritto di intervento ed eventuale voto all’Assemblea.
I Soci Attivi possono farsi rappresentare da altri Soci ad esclusione dei membri del Consiglio Direttivo.
Le assemblee ordinarie e straordinarie sono validamente costituite:
• in prima convocazione con l’intervento di almeno la metà dei Soci Ordinari aventi diritto al voto;
• in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti.

L’Assemblea Ordinaria:
• approva il Rendiconto Economico/Finanziario;
• elegge, i componenti del Consiglio Direttivo del Club, il Collegio dei Probiviri e il Collegio dei Revisori e ne decreta al decadenza a norma del regolamento;
• delibera sui programmi e sui fatti gestionali relativi alla gestione del Club eventualmente sottoposti al suo esame dai Consiglieri;
• Approva il Regolamento Esecutivo;
• Approva gli eventuali collegamenti del Club ad una o più Confederazioni di Club o Associazioni di categoria così come eventuali recessi;

L’Assemblea Ordinaria dei Soci del Club deve essere convocata almeno una volta l’anno, entro 120gg. dalla chiusura dell’esercizio sociale.
Tale Assemblea può essere inoltre convocata ogniqualvolta il Consiglio Direttivo ne ravvisi l’opportunità e deve essere convocata quando ne sia fatta richiesta, motivata, da almeno un terzo dei Soci Ordinari.

L’Assemblea Straordinaria:
• Delibera sulle modificazioni dello Statuto, sullo scioglimento dell’Associazione nonché sulla nomina dei liquidatori e sulla determinazione dei relativi poteri.

Le deliberazioni dell’assemblea sono valide con il voto favorevole della maggioranza dei presenti e dei rappresentati. Nelle deliberazioni di approvazione del Bilancio e quelle che riguardano la loro responsabilità, gli amministratori non hanno diritto di voto. Per modificare l’atto costitutivo e lo statuto occorrono la presenza di almeno tre quarti degli associati e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

Art.15 – CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo del Club MG è composto da non meno di 5 (cinque) e non più di 9 (nove) membri, nominati dall’Assemblea dei Soci Ordinari del Club ZR.
I componenti del Consiglio vengono eletti dall’Assemblea dei Soci Ordinari del Club ZR e durano in carica 5 (cinque) anni e sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo nomina per cooptazione altri membri in sostituzione e/o integrazione dei Consiglieri nominati, dimissionari, decaduti, o decadenti, per il periodo di carica residuo. E’ facoltà del Consiglio integrarsi, in qualunque momento, fino al numero di nove componenti. I membri così nominati scadranno con gli altri Consiglieri in carica. Il Consiglio Direttivo nomina propri rappresentanti presso Enti, Istituzioni, Commissioni a carattere nazionale, regionale, provinciale e zonale. Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri il Presidente, il Vice Presidente, il Webmaster, il Segretario Generale e il Tesoriere. Il Consiglio Direttivo decade in caso di dimissioni contemporanee della maggioranza dei Consiglieri e nel caso la relazione tecnico/morale/finanziaria non venga approvata. Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito Libro, il relativo verbale che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Art.16 – POTERI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il CLUB ZR è amministrato da un Consiglio Direttivo nominato dall’Assemblea dei Soci Ordinari. Al Consiglio Direttivo sono conferiti i più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria del CLUB ZR compresi quelli di provvedere all’acquisto e alla trasformazione di beni immobili, alla loro eventuale alienazione o all’affitto in tutto o in parte, all’accettazione di donazioni e di lasciti di qualsiasi genere e tutte le maggiori facoltà dirette al raggiungimento del fine statutario, tra cui quelli di assumere personale di concetto o d’ordine, di avvalersi dell’opera di esperti e di stabilire stipendi, salari e compensi da riconoscere alle persone a ciò incaricate.
Pertanto il Consiglio Direttivo del Club deciderà sull’erogazione dei fondi per il raggiungimento degli scopi dell’Associazione e potrà anche, in relazione a ciò, rilasciare procure per i singoli atti o negozi o per determinare categorie di atti.
In particolare il Consiglio Direttivo del Club:
• Procede alla convocazione dell’Assemblea dei Soci Ordinari del Club;
• Delibera sull’ammissione, sul recesso, sulla decadenza e sull’esclusione dei soci;
• Nomina un suo componente quale rappresentante del Club ZR in seno alle Associazioni o Club cui eventualmente il Club ZR stesso è collegato e/o aderente;
• Predispone, in collaborazione con il Tesoriere, il Rendiconto economico/finanziario da sottoporre al Collegio dei Revisori e, con il parere positivo di quest’ultimo, all’Assemblea;
• Decide sulla gestione economica e patrimoniale del Club anche in ordine all’apertura di conti correnti, di affidamenti, mutui, ecc.;
• Delibera l’ammontare delle quote sociali, canoni, quote suppletive e le loro eventuali variazioni che potranno essere differenziate;
• Nomina il Segretario Generale;
• Nomina il Tesoriere;
• Determina il programma di attività del Club ZR;
• Nomina comitati, commissioni tecniche e gruppi di studio;
• Stabilisce e delega poteri di firma;
• Compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;
• Stipula convenzioni con Enti, Aziende, Studi che reputa opportuni per il raggiungimento dello scopo sociale;
• Delega in tutto o in parte le sue funzioni a uno o più componenti;
• Delibera su affidamenti di incarichi amministrativi, gestionali di promozione e professionali ad organizzazioni private esterne e a professionisti;
• Delibera compensi per gli incarichi esterni;
• Delibera le metodologie di compenso e/o di stipendio, nonché i criteri di rimborso spese necessarie per il raggiungimento degli scopi sociali, che potranno essere forfetizzati in toto o in parte per gli incarichi di Presidente, Vice, Tesoriere, Webmaster, Segretario e Consiglieri.
• Delibera i compensi ed eventuali rimborsi per il Collegio dei Revisori;
• Delibera i compensi per eventuali commissioni di studio e lavoro;
• Delibera e stipula contratti esterni per la gestione di servizi necessari al raggiungimento dello scopo sociale e ne avalla i comportamenti e le condizioni economiche da proporre ai soci;
• Predispone eventuali regolamenti esecutivi con Enti, Aziende e Professionisti, ritenute indispensabili per il raggiungimento degli scopi sociali.
• Concorda eventuali regolamenti esecutivi con le Associazioni e/o Federazioni collegate e/o aderenti.
• Compie infine tutti gli atti necessari per la realizzazione degli scopi del Club ZR, esclusi quelli che per Legge o per Statuto sono demandati all’Assemblea dei Soci Ordinari del Club ZR.

Art.17 – RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente ogni qualvolta questi ne ravvisi l’opportunità e, in ogni caso, almeno una volta all’anno. Il Consiglio Direttivo deve altresì essere convocato dal Presidente quando ne venga fatta richiesta da almeno un terzo dei Consiglieri.
L’avviso di convocazione, contenente l’ordine del giorno, deve essere recapitato, salvo casi d’urgenza, almeno tre giorni prima, al domicilio di ciascun Consigliere. Per domicilio deve intendersi anche l’indirizzo e-mail comunicato dal Socio all’atto dell’iscrizione.
Per la validità delle deliberazioni del Consiglio è necessaria la presenza del Presidente o in sua vece del Vicepresidente e della maggioranza dei Consiglieri in carica. Sono valide le deliberazioni prese dalla maggioranza dei presenti. Le deliberazioni devono risultare da verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Se uno o più consiglieri, relativamente ad una determinata operazione, hanno, per conto proprio o di terzi, un interesse in conflitto con quello del Club ZR, si applicherà l’art. 2391 del C.C.. Il Segretario Generale potrà partecipare alle riunioni del Club ZR e avrà veste consultiva qualora non ricopra anche la carica di Consigliere.

Art.18 – IL PRESIDENTE
Il Presidente del Consiglio Direttivo del CLUB ZR, (ed in sua assenza il Vicepresidente) oltre che per l’ordinaria amministrazione, rappresenta a tutti gli effetti il Club MG, anche in giudizio, con facoltà di nominare legali e tecnici. In caso di urgenza delibera con i poteri del Consiglio Direttivo, salvo successiva ratifica.
E’ autorizzato all’apertura di conti correnti bancari (anche con affidamenti, nei limiti stabiliti dal Consiglio Direttivo) ed ha poteri di effettuare all’uopo tutte le operazioni necessarie: firmare assegni di conto corrente e stipulare ogni altra operazione bancaria. Le medesime funzioni potranno essere delegate al Vicepresidente e/o al Segretario Generale e/o al Tesoriere, anche per l’ordinaria amministrazione. Nell’ambito del Consiglio Direttivo, in caso di parità, il voto del Presidente vale doppio. Il Presidente decade in caso di impedimento definitivo ovvero in caso di mozione di sfiducia del Consiglio Direttivo, nella quale ipotesi mantiene la qualità di Consigliere.

Art.19 – IL WEBMASTER

Il Webmaster ha la responsabilità della gestione del Sito ufficiale del CLUB ZR il cui dominio è: “www.mgzrclubitalia.com”. Al Webmaster è affidata la gestione dei contatti con gli utenti del sito per le questioni tecniche. Il Webmaster agirà da coordinatore e supervisore delle attività delle altre persone che lavorano al sito quali, ad esempio, il progettista (web designer), lo sviluppatore, il programmatore, oltre che il redattore dei contenuti, in conformità dei deliberati del Consiglio Direttivo del Club ZR. Il Webmaster decade con la cessazione del Consiglio che lo ha nominato.

Art.20 – IL SEGRETARIO GENERALE

Il Segretario Generale ha la responsabilità del buon andamento del CLUB ZR. Convoca le riunioni della Segreteria, coadiuva l’attività del Presidente affinché siano realizzati nel modo migliore i deliberati del Consiglio Direttivo del Club ZR. Il Segretario Generale decade con la cessazione del Consiglio che lo ha nominato.

Art.21 – IL TESORIERE

Il Tesoriere è il responsabile dell’attività finanziaria del CLUB; amministra i fondi sulla base delle Delibere del Consiglio Direttivo. Redige il rendiconto assieme al Consiglio Direttivo, sottoponendolo per approvazione al Collegio dei Revisori.
L’incarico di Tesoriere può essere attribuito ad un Consigliere o ad un Socio competente in materia.
Il Tesoriere decade con la cessazione del Consiglio che lo ha nominato.

Art.22 – IL COLLEGIO DEI REVISORI

Il Collegio dei Revisori è composto da tre Soci Ordinari che abbiano competenza in materia. I Revisori eleggeranno, nel loro ambito, il Presidente del Collegio. Il Collegio dura in carica 2 (due) anni e i suoi membri sono rieleggibili. In caso di cessazione di uno dei revisori nel corso dell’esercizio sociale, il Consiglio Direttivo provvede alla nomina di un sostituto che resterà in carica fino alla prima Assemblea dei Soci del CLUB ZR.
Al Collegio dei Revisori è demandato il controllo della regolare tenuta della contabilità sociale, gli adempimenti civilistici e fiscali del CLUB ZR nonché verificare la consistenza del patrimonio sociale.
Il Collegio dei Revisori verifica il Rendiconto Economico/Finanziario e lo sottopone all’Assemblea dei Soci per l’approvazione dopo aver redatto una relazione ai bilanci annui. I Revisori potranno procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e controllo.

Art.23 – COLLEGIO DEI PROBIVIRI e COMMISSIONE DISCIPLINARE

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre Soci Ordinari eletti dall’Assemblea dei Soci del Club. Possono essere nominati Probiviri, i Soci ai quali venga riconosciuta la capacità di valutare, nell’interesse superiore del CLUB ZR, il comportamento dei Soci ed in particolare di quelli sottoposti, su iniziativa del consiglio, ad istruttoria disciplinare.
La Presidenza spetta al Socio Proboviro con maggiore anzianità sociale. Il Collegio dura in carica 2 (due) anni e i suoi membri sono rieleggibili. Il Collegio delibera a maggioranza di voti.
In caso di parità prevale il voto del Presidente. In caso di cessazione di uno dei probiviri nel corso dell’esercizio sociale, il Consiglio Direttivo provvede alla nomina di un sostituto che resterà in carica fino alla prima Assemblea dei Soci del CLUB ZR.
Il Collegio istruisce, valuta ed emette parere motivato, in merito agli atti e fatti ascritti al Socio ovvero nei conflitti tra Socio e CLUB ovvero tra i Soci stessi, trasmettendo i pareri al Consiglio Direttivo per l’attuazione.

Il Collegio dei Probiviri in seduta congiunta con il Consiglio Direttivo costituisce la Commissione Disciplinare.

La Commissione Disciplinare, oltre che proporre il provvedimento di espulsione, può decidere i provvedimenti di:
• ammonizione verbale;
• ammonizione scritta mediante affissione all’Albo Sociale e/o sul Sito dell’Associazione (area riservata ai soci);
• sospensione da particolari abilitazioni o dal servizio per un periodo da quattordici a centottanta giorni.

Le decisioni della Commissione Disciplinare sono definitive e non impugnabili. Sono in ogni caso fatti salvi i mezzi di difesa e impugnativa previsti dalle Leggi vigenti.

Art.24 – GLI ORGANISMI

Sono Organismi le Commissioni tecnico funzionali ed i Gruppi di studio specifici. Sono composte da Soci e non Soci purché Esperti segnalati dal Consiglio Direttivo. L’Organismo nomina al suo interno il Presidente cui spetta la responsabilità degli elaborati. Gli Organismi funzionali sono nominati dall’Assemblea mentre quelli tecnici sono nominati dal Consiglio Direttivo. Ambedue analizzano, studiano e relazionano sulla materia loro assegnata e, con la presentazione degli elaborati, esauriscono il loro incarico. Gli elaborati da loro redatti debbono essere ratificati dall’Organo di competenza. Agli Organismi spetta l’interpretazione autentica degli elaborati da loro prodotti.

Art.25 – CLUB ZR SERVICES.

Il CLUB ZR, al fine di un corretto raggiungimento degli scopi sociali e per mantenere lo status di “Ente non commerciale senza scopo di lucro”, ai sensi ai sensi del Decreto Legislativo 4.12.1997 n.460, potrà affidare la gestione commerciale dei servizi necessari ai Soci quali, ad esempio, ricambi, promozione, formazione, editoria, immagine, consulenza, ecc., ad una società esterna che avrà la facoltà di assumere, in toto o in parte, la dicitura “Club ZR Services ”.

Art.26 – RENDICONTO D’ESERCIZIO E LIBRI SOCIALI

Gli esercizi sociali si chiudono al 31 dicembre di ogni anno.
Il Consiglio Direttivo provvede, nei sei mesi dalla chiusura dell’esercizio, alla compilazione del rendiconto Economico/Finanziario, corredandolo di una relazione ai sensi del Decreto Lgs.vo 4.12.1997 n.460.
Il Regolamento Esecutivo fissa modi e termini di stesura del Rendiconto Economico/Finanziario che deve essere inviato ai Soci assieme alla convocazione dell’Assemblea Ordinaria annuale la quale abbia all’ordine del giorno la sua approvazione. Per la formazione del rendiconto e per la tenuta dei Libri Sociali, devono essere osservate le disposizioni di Legge per le “Associazioni senza scopo di lucro”.

Art.27 – REGOLAMENTO ESECUTIVO

Il regolamento esecutivo potrà prevedere le procedure di tesseramento, i rapporti con le aderenti e/o collegate, la contrattualistica in generale, le procedure della gestione commissariale e delle indagini ispettive, normative particolari per eventuali adesioni ad organizzazioni associative, forme di verbalizzazione, raccolta, archiviazione degli atti, ecc.
L’incarico di redigere ed adattare alle necessità sociali il Regolamento Esecutivo, sulla base dello Statuto vigente, è demandato al Consiglio Direttivo del CLUB ZR.

Art.28 – LO SCIOGLIMENTO

L’MG ZR CLUB ITALIA può essere sciolto soltanto dall’Assemblea generale dei Soci espressamente convocata in sessione straordinaria. L’Assemblea delibera a maggioranza dei quattro quinti dei Soci aventi diritto al voto. Non sono ammesse deleghe.
In caso di liquidazione e/o scioglimento del Club ZR, l’Assemblea Straordinaria nominerà il/i Liquidatore/i ed il patrimonio dovrà essere devoluto esclusivamente alle Associazioni collegate ai sensi del Decreto Lgs.vo 4.12.1997 n.460.

Art.29 – NORMA FINALE

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto e dagli eventuali regolamenti, valgono le disposizione previste dal Codice Civile e da ogni altra normativa in materia.
  • Romani
  • Elaborare